Statuto pag. 2

ORGANI NAZIONALI
ARTICOLO 10 

Sono organi nazionali del CSEN:

- il Congresso Nazionale;

- la Direzione Nazionale;

- il Presidente Nazionale;

- i Vice Presidenti Nazionali;

- il Segretario Nazionale;

- il Collegio dei Revisori dei Conti;

- il Collegio dei Probiviri di I° Grado;

- il Collegio dei Probiviri di II° Grado;

- il Procuratore Sociale;

- i Delegati regionali e provinciali.



CONGRESSO NAZIONALE
ARTICOLO 11

Il Congresso Nazionale é il massimo organo del CSEN e le sue deliberazioni sono sovrane.

Ad esso compete di:

a) esprimere la volontà dell'Ente in ordine al perseguimento delle finalità istituzionali di cui all'art.1;

b) fissare gli orientamenti programmatici dell'attività quadriennale dell'Ente;

c) deliberare sulle proposte di modifica alle norme statutarie;

d) eleggere il Presidente Nazionale del CSEN;

e) eleggere la Direzione Nazionale;

f) eleggere il Collegio dei Revisori dei Conti;

g) eleggere il Collegio dei Probiviri di I° Grado;

h) eleggere il Collegio dei Probiviri di II° Grado;

i) approvare annualmente il rendiconto economico consuntivo.

ARTICOLO 12

Il Congresso Nazionale può essere ordinario elettivo o non elettivo e straordinario.

Il Congresso Nazionale è composto dai Delegati eletti nei Congressi Provinciali. In caso di assenza del Delegato Effettivo questo può essere sostituito dal Delegato Supplente.

Il Congresso Nazionale Ordinario Elettivo si riunisce ogni 4 anni e cioè nell'anno successivo allo svolgimento dei Giochi Olimpici Estivi, il Congresso é indetto dalla Direzione Nazionale ed è convocato dal Presidente Nazionale.

Il Congresso Nazionale Ordinario non Elettivo si riunisce annualmente entro il 30 di aprile per l'approvazione del rendiconto economico consuntivo ed ha la medesima composizione del Congresso Nazionale Elettivo.

Non possono partecipare al Congresso i soggetti non in regola con le quote sociali o che abbiano subito inibizioni o squalifiche in corso di esecuzione da parte degli organi di giustizia.

In caso di mancata approvazione del bilancio da parte della metà più uno degli aventi diritto a voto al Congresso si avrà la decadenza del Presidente e della Direzione Nazionale. Il bilancio di previsione ed il rendiconto economico consuntivo devono essere presentati al C.O.N.I. nei termini dallo stesso previsti.

Il Congresso Nazionale Straordinario é convocato oltre ai casi statutariamente previsti, quando richiesto dalla metà più uno dei componenti la direzione o dalla metà più uno degli aventi diritto al voto. Il Congresso Straordinario deve essere convocato entro i 30 giorni successivi e celebrarsi entro i successivi 60 giorni. Il Congresso Straordinario è formato dai Delegati Eletti Effettivi o, in caso di assenza, Supplenti.

Ai Congressi Nazionali partecipano senza diritto di voto:

il Presidente del CSEN, i Componenti la Direzione Nazionale, i Presidenti dei Comitati Regionali, il Presidente ed i Componenti del Collegio dei Revisori dei Conti, i Presidenti ed i Componenti dei Collegi dei Probiviri di I° e 2° grado, il Procuratore Sociale, i Responsabili Nazionali dei Settori Tecnici. I membri della Direzione Nazionale non possono essere eletti Delegati al Congresso Nazionale.

L'avviso di convocazione, contenente l'O.d.G., il luogo e la data di svolgimento deve essere inviato, almeno 30 gg prima della data di inizio dei lavori, a mezzo del servizio postale, telefax , telex e/o con altri idonei sistemi, ai recapiti dei Delegati Effettivi e Supplenti eletti nei Congressi Provinciali, lo stesso, altresì, deve essere pubblicato, in tempo utile, sull'organo ufficiale di stampa del CSEN.

Il Congresso Nazionale sia in seduta ordinaria che straordinaria é validamente costituito:

a) in prima convocazione quando siano presenti Delegati Effettivi o Supplenti pari almeno alla metà del totale dei Delegati Effettivi eletti nei Congressi Provinciali;

b) in seconda convocazione, qualunque sia il numero dei Delegati presenti.

Tra la prima e la seconda convocazione non può intercorrere meno di un'ora.

Il Congresso Nazionale non può deliberare su nessun altro argomento oltre quelli fissati nell'ordine del giorno.

Salvo i casi per i quali è richiesta una diversa maggioranza il Congresso Nazionale delibera a maggioranza semplice dei presenti e votanti.

Le proposte di modifiche statutarie possono essere avanzate dalla Direzione Nazionale o dal 50% più 1 dei soci affiliati. In tal caso il Congresso Straordinario deve essere convocato con all'O.d.G. le modifiche proposte entro 30 giorni dalla richiesta e deve celebrarsi nei successivi 60 giorni.

Per l'approvazione di modifiche statutarie è richiesto il voto favorevole dei due terzi dei votanti.

Lo Statuto del CSEN e le modifiche devono essere approvate ai fini sportivi dalla Giunta Nazionale del C.O.N.I.

ARTICOLO 13

Il Congresso è aperto dal Presidente Nazionale ed elegge, prima di ogni altro atto, il Presidente ed il Vice Presidente del Congresso, i quali:

- hanno tutti i poteri per l'ordinato e sollecito svolgimento dell'Assemblea compreso quello di limitare temporalmente, gli interventi;

- propongono al Congresso la nomina della Commissione Elettorale e di scrutinio;

- indicono le votazioni;

- ne determinano e regolano le modalità, salvo diversa formale delibera del Congresso;

- ne proclamano i risultati;

- comunicano, senza ritardo, l'avvenuto deposito del verbale della Commissione Verifica Poteri;

- regolamentano, di concerto con il Segretario del Congresso, le attività Congressuali.

Il Vice Presidente coadiuva, sostituisce e si surroga nelle mansioni del Presidente, al fine di garantire la necessaria continuità nella funzione direttiva del Congresso.

ARTICOLO 14

La Commissione Verifica Poteri è preposta:

a) all'accertamento dei poteri rappresentativi e del diritto al voto dei singoli Delegati Effettivi o Supplenti;

b) al rilascio delle credenziali abilitative alla partecipazione alle operazioni di voto.

Essa è composta da 3 membri eletti dalla Direzione Nazionale ed inizia i suoi lavori prima della data di convocazione del Congresso, nominando al suo interno un Presidente.

Il verbale delle operazioni, sottoscritto da tutti i componenti la Commissione, deve essere trasmesso all'Ufficio di Presidenza del Congresso in tempo utile per lo svolgimento delle operazioni di voto e verrà allegato agli atti del Congresso Nazionale.

Le contestazioni relative all'operato della Commissione verranno risolte dal Congresso su formale richiesta degli interessati che dovrà essere avanzata, a pena di decadenza, entro e non oltre il termine di un'ora dalla comunicazione dell'avvenuto deposito del verbale presso l'ufficio di Presidenza del Congresso.

La Commissione Elettorale e di Scrutinio é preposta alla regolamentazione dello svolgimento di tutte le operazioni di voto disposte dal Presidente del Congresso o dal Congresso medesimo.

Di concerto, pertanto, con il Segretario del Congresso costituisce il seggio elettorale e provvede a quanto necessario al suo corretto funzionamento.

Essa é composta di 3 membri eletti dal Congresso e nomina al suo interno un Presidente.

Il verbale delle operazioni di voto, sottoscritto da tutti i componenti la Commissione, verrà allegato agli atti del Congresso Nazionale.

Quando il Congresso Nazionale è convocato in seduta elettiva la carica di componente della Commissione Verifica Poteri e della Commissione Elettorale e di Scrutinio è incompatibile con quella di candidato a cariche elettive.

ARTICOLO 15

Il Presidente Nazionale, i Componenti della Direzione Nazionale, il Presidente il Collegio Nazionale dei Revisori dei Conti, i Componenti il Collegio dei Revisori dei Conti e i Componenti il Collegio dei Probiviri di I° e II° Grado, sono eletti dal Congresso con cinque distinte votazioni a scrutinio segreto.

Le candidature per tutte le cariche eleggibili dal Congresso Nazionale devono pervenire alla Segreteria Nazionale non oltre il 15° giorno lavorativo antecedente la data fissata per il Congresso e di esse, il Presidente del Congresso dà comunicazione al Congresso medesimo non appena insediato.

In ciascuna votazione si può esprimere il voto solo per un numero di candidati pari al numero dei componenti dell'Organo costituendo.

Pertanto, le indicazioni in eccedenza, quelle relative a candidati che non abbiano formalizzato la loro candidatura nei tempi e nei modi sopra indicati e quelle concernenti candidati che abbiano formalmente rinunciato alla candidatura, sono da considerarsi come non apposte.

Vengono dichiarati eletti alle cariche di Componente la Direzione Nazionale, di Presidente il Collegio Nazionale dei Revisori dei Conti, di Componente il Collegio Nazionale dei Revisori dei Conti e di componente dei Collegi dei Probiviri i candidati che abbiano conseguito il maggior numero dei voti. Viene dichiarato eletto alla carica di Presidente Nazionale il candidato che abbia ottenuto in prima votazione la maggioranza assoluta dei voti congressuali validi.

Qualora nessun candidato abbia raggiunto la maggioranza assoluta di tali voti, in seconda votazione viene dichiarato eletto il candidato che abbia raggiunto il maggior numero di voti.

Il verbale del Congresso, contenente la descrizione delle attività congressuali svolte e dei loro esiti, viene sottoscritto dal Presidente del Congresso stesso, e controfirmato dal Segretario Nazionale del CSEN. Il Segretario provvederà ad inserirlo nel libro dei verbali del Congresso, depositato presso la Segreteria Nazionale dell'Ente, numerato e siglato in ogni sua pagina dal Segretario Nazionale stesso.

Esso é, a richiesta, liberamente consultabile da tutti i soci aventi diritto a voto.

  PRECEDENTE                SUCCESSIVA