Trofeo di Judo Peter Pan 2013

 

10° Trofeo di judo “Peter Pan”


“Io combatto per te che lotti”


Domenica 10 marzo 2013 - Ore 8.30. Centro don Orione - via della Camilluccia, 120 Roma.


E’ domenica 10 marzo 2013: 200 bambini tra i 5 e i 12 anni sono in fermento perché parteciperanno al 10° trofeo Peter Pan, l’ormai consolidato appuntamento sportivo di beneficenza, nato da un’idea di Alessandro Possagno e Fabio La Malfa, insegnanti di judo della Capitale (associazione sportiva Alfieri e scuola judo Tomita), a sostegno dell’associazione Peter Pan Onlus, impegnata nell’accoglienza dei bambini onco-ematologici in cura negli ospedali Bambino Gesù e Policlinico Umbero I di Roma.

 

“Abbiamo particolarmente a cuore questa manifestazione e siamo molto contenti di riuscire ogni anno a organizzarla nel migliore dei modi, grazie anche alla grande disponibilità del CSEN, della FIJLKAM e di questo Centro che ci ospita” - riferiscono i due organizzatori - “La parola d’ordine del trofeo Peter Pan non è agonismo ma solidarietà”.

 

Come ogni anno, la signora Maria Teresa Barracano Fasanelli, presidente onoraria dell’associazione Peter Pan, dà inizio alla competizione ringraziando tutti i presenti e ricordando la triste vicenda del rischio di sfratto intimato all’associazione Peter Pan per i locali di via San Francesco di Sales, ormai risolta in questi giorni.

 

L’interesse per questa iniziativa è sempre maggiore, quest’anno sono state 9 le palestre invitate, gli iscritti sono stati più di 200. Grazie alle loro iscrizioni e alla donazione da parte degli arbitri dei propri compensi, il ricavato è stato di circa 2500 euro. A dare ulteriore prestigio all’evento è intervenuto il M° Gennaro Maccaro, Presidente del Comitato Regionale della Fijlkam, che ha presentato al pubblico la pluri-medagliata atleta nazionale olimpica YLENIA SCAPIN, ospite d’onore nonché ospite partecipante con la sua palestra, la quale, con la semplicità che la contraddistingue, ha espresso il suo apprezzamento per questo genere di eventi sportivi, nonché l’auspicabile collaborazione con i due promotori per il futuro e per nuovi progetti. La mattinata si è svolta in un clima di assoluta serenità, all’insegna del rispetto e della solidarietà.


Un ringraziamento particolare, per il decimo anno consecutivo, va al Centro Don Orione, che ha messo a disposizione la palestra, al CSEN, che grazie all’interessamento del M° Franco Penna ha fornito il materiale tecnico, alla FIJLKAM, per il suo sostegno, agli arbitri, che hanno svolto il loro lavoro impeccabilmente donando il proprio compenso, al TG1, che manderà in onda il servizio nei prossimi giorni e a tutti coloro che hanno contribuito in qualche modo alla buona riuscita della manifestazione.


Alessandro e Fabio commentano: “Passano gli anni ma l’emozione è sempre la stessa, è l’emozione di vedere questi piccoli bambini che “lottano”, metaforicamente, per i loro coetanei meno fortunati, è l’emozione per aver aiutato qualcuno; è una gioia incredibile per noi poter educare i nostri piccoli allievi a questi valori, e tanto più poterlo fare con il judo, cercando di trasmettere, attraverso la nostra passione, il rispetto e la lealtà per il prossimo, perché lo sport, oggi più che mai, deve tendere a questo scopo”.

 

Federica Sacchi